Nella vita del bambino appena nato uno dei momenti più importanti, per la sua funzione di scoperta e gioco, è senza dubbio quello del bagnetto. Non c’è mamma che non si sia preoccupata almeno un po’ di fronte alla prospettiva di dovere affrontare questo passo tanto delicato.
Molti neonati hanno paura dell’acqua, e quando vengono messi a contatto con questo elemento, specie le prime volte e se non si segue una procedura corretta, fanno i capricci!

Il bagnetto rappresenta dunque un passo fondamentale anche perché in grado di cementare l’unione tra mamma e bambino. Durante il bagno infatti si instaura tra le due parti un rapporto di gioco e di amorevole scambio, che può andare ad alimentare il legame. Si devono seguire poche, piccole accortezze per rendere il rito del bagnetto un momento indimenticabile per il neonato.
In base alla reazione del bambino al contatto con l’acqua si potrà decidere come impostare il rituale della detersione, in modo che possa risultare gradevole per il neonato!

La mamma preparerà tutto il necessario nella stanza preposta per il bagnetto, che dovrà essere ben riscaldata, e controllerà la temperatura dell’acqua, che si dovrà aggirare intorno ai 37 gradi. In questa fase è bene fare in modo che il piccolo non sia esposto a sbalzi di temperatura troppo bruschi e spifferi d’aria.
Durante il bagnetto, da effettuarsi con una spugna morbida, bisognerà tenere il neonato per le spalle facendo in modo che la testa resti fuori dall’acqua. Utilizzando detergenti molto delicati che non provochino danni alla pelle si andranno a lavare il corpo del bambino e poi i capelli.
Infine il bimbo verrà asciugato tamponando leggermente.
E’ sufficiente effettuare un bagno al giorno della durata di circa dieci minuti!

L’orario ideale dipende dalle abitudini e dal carattere del neonato, è sicuramente un’idea molto piacevole quella di accompagnare il momento della detersione con della musica rilassante.