Si avvicina il periodo estivo e nulla vieta di portare i propri piccoli di pochi mesi al mare e/o in montagna.

E’ importante però prendere alcune precauzioni per proteggerli dal sole, in quanto in bambini ancora così piccoli un’esposizione diretta al sole non fa bene.
Bisogna quindi assolutamente evitare le scottature che sono dolorose e molto pericolose specialmente per i bambini e i neonati, in quanto possono provocare disidratazione, febbre e scompensi cardiaci.

E’ importante evitare un’esposizione prolungata al sole durante il primo anno di vita dei bambini e soprattutto evitare gli orari in cui i raggi del sole sono più intensi, ovvero dalle 10 alle 16.
Le ore indicate per l’esposizione al sole del bimbo sono quindi quelle del primo mattino e del tardo pomeriggio, ossia quelle con minor irraggiamento infrarosso, responsabile del calore delle ore centrali.

Protezione per i neonati al sole

Bisogna fare molta attenzione quando si espongono i neonati al sole.
Innanzitutto si deve utilizzare una carrozzina con cappottina ed è fondamentale la protezione con cappellini che facciano arrivare l’ombra sul collo e sulle orecchie, maglietta e pantaloncini di cotone.
La FDA (Food and Drug Administration) americana consiglia di evitare l’uso di creme solari per i bambini sotto i sei mesi perché la loro pelle è molto sottile e sensibile e potrebbe essere danneggiata dalle sostanze chimiche presenti che potrebbero causare infiammazioni e allergie.
Queste sono indicate solo se vi è un’esposizione diretta del piccolo al sole che è però sconsigliata fino ai 6 mesi: il modo migliore per proteggere i neonati è infatti quello di metterli all’ombra e controllare costantemente la loro pelle.
La carrozzina può, quindi essere messa in penombra o sotto l’ombrellone, in modo che gli occhi non guardino in direzione del sole.
Qualora si notassero delle macchie, dei nei o dei lividi, bisogna chiedere consiglio al proprio pediatra.