Il seno ricopre un ruolo fondamentale per la crescita del bambino tramite l’allattamento. Durante la gravidanza diventa più sodo, turgido e aumenta nelle dimensioni, ma, affinché mantenga inalterate le sue caratteristiche al termine di questo periodo, è necessario che riceva il giusto apporto di cure e di attenzioni.

La prevenzione e la cura sono dunque d’obbligo al fine di non lasciare smagliature e di non far perdere tonicità al seno stesso passati i periodi di gravidanza e allattamento.
Il seno in gravidanza diventa spesso sensibile e dolorante, è consigliato l’utilizzo di reggiseni appositamente creati in grado di fornire un sostegno adeguato.

La cute del seno deve essere rinforzata utilizzando appositi cosmetici contenenti elastina e collagene. Essi provvedono alla formazione di una pellicola così da proteggerlo e al tempo stesso sostenerlo.

L’idratazione della pelle è molto importante per mantenerla elastica, ottimali sono i prodotti naturali come l’olio di mandorle dolci.
Per l’ igiene quotidiana del seno sono piu che sufficienti detergenti delicati o completamente neutri come l’amido. Per non rimuovere le sostanze protettive prodotte spontaneamente dai capezzoli, evitare di strofinarli e lavarli solo con acqua tiepida.

Per tonificare le mammelle sono indicati anche gli oli naturali tipo quello di jojoba e di calendula. Attravero massaggi delicati, eseguiti dal basso verso l’alto, si favorisce l’assorbimento dei prodotti tonificando al tempo stesso la pelle.
Un semplice trucco per rassodare i tessuti è applicare impacchi freddi che provocano contrazioni e dilatazioni dei capillari con conseguente incremento del flusso di sangue.

La salute del seno, sia in gravidanza che in allattamento dipende molto dal tipo di attività e di prevenzione che vengono svolte; il seno tende infatti fisiologicamente a “scendere”, ma grazie alla costante applicazione di questi accorgimenti può tranquillamente tornare alla condizione precedente alla maternità.