L’attività ludica nel neonato ha una enorme importanza perché sviluppa le capacità e la presa di coscienza dell’ambiente circostante da parte del bambino. Questo avviene anche nel neonato che inizia quella fase fondamentale che comprende il riconoscimento del sé attraverso cui capisce che esiste l'”altro” da cui si differenzia.

Nei primi sei mesi:

Il piccolo, nei primi due mesi di vita, non ha ancora maturato un rapporto oggettuale con il mondo che lo circonda e non è in grado di manipolare o di afferrare i giocattoli: questa è la fase in cui carillon o giostrine lo interesseranno per i colori e le musiche. Naturalmente i giochi per neonato non sono solo giocattoli strutturati: vedere il volto della mamma che sorride e compie cenni di assenso, guardare un punto luminoso, essere presi in braccio sono interazioni a due giocose e piacevoli.

Dai tre ai sei mesi il neonato cercherà di afferrare le api o gli animaletti della giostrina: questo è la fascia d’età in cui proporre una palestrina. Imbottite, colorate e musicali, dotate di giochi a strappo e maniglie per le attività saranno giocattoli utilizzati in modo diverso secondo la fascia di età del piccolo.
I giochi per il bambino sono un mezzo per conoscere: cubi grandi aiuteranno il bimbo di pochi mesi a manipolare e a sperimentare creando i presupposti per attività più complesse.

Dai sei mesi all’anno:

Dai sei agli otto mesi possono essere proposte al neonato attività con libri cartonati, morbidi o plastificati da sfogliare insieme nel momento della narrazione. Anche le palle interattive con effetti sonori riscuoteranno un grande successo. Dai dieci mesi una vasca di palline colorate poste in una piscina gonfiabile saranno motivo di sperimentazione e apprendimento.
Pentolini, coperchi, tazze e piattini diventeranno per il bambino il mezzo per effettuare travasi.
Intorno ai dodici mesi il bambino imiterà l’adulto: il telefono sonoro, i giocattoli da trainare e i colori per digito pittura saranno ideali.
A questi si uniranno giochi da cavalcare, cubi da costruire, attività ad incastro dalle figure sempre più complesse e mattoncini in legno per altre nuove e stimolanti scoperte.