Il box per i bambini è un accessorio riservato alla prima infanzia, nato con l’intento di rendere meno difficoltosa la vita dei neo genitori. Questo speciale perimetro di gioco e sicurezza, è strutturato appositamente per offrire ai bambini in erba il necessario comfort, consentendo al contempo a mamma e papà di tenerli d’occhio mentre svolgono le irrinunciabili occupazioni domestiche.
Nonostante queste giuste motivazioni, al momento dell’acquisto possono presentarsi dubbi e titubanze, poiché ci si ritrova a chiedersi quali siano i lati positivi e negativi di una simile scelta.

Pro e contro
A favore del box possiamo dire che rappresenta un utile mezzo di conquista per il neonato; si tratta pur sempre di un ambiente nuovo, che può stimolare la sua fantasia e la sua esperienza tattile, conquistandolo con piacevoli colori, allegri disegni e materiali di varia consistenza.
Inoltre, il box può essere uno spazio in cui trascorrere brevi e piacevoli momenti con i giochi preferiti, mentre la mamma o il papà preparano la pappa, oppure devono assentarsi un attimo per andare in bagno e per rispondere al citofono o al telefono.

Tra i lati negativi del box per bambini, c’è il fatto che si tratta pur sempre di una sorta di recinto, che se non usato al meglio, può far pensare a una gabbia in cui posteggiare i neonati a lungo e alla prima occasione, negando loro la possibilità di sperimentare una più stimolante esperienza priva di barriere, come ad esempio gattonare liberamente per casa.

Un uso giusto e consapevole del box per bambini
E’ ovvio che il giusto in questo caso sta nel mezzo, perché le stanze della casa possono nascondere mille insidie e nei brevi momenti in cui i genitori non possono tenere i bambini in stretta sorveglianza, è preferibile affidarli alla sicurezza del box.
L’importante è che il box sia strutturato in maniera ottimale, con bordi e pavimento imbottiti, sponde adeguatamente alte e assenza di spigoli e parti taglienti.

Una scelta ottimale per bambini sicuri

Anche la rete che copre le pareti del box ha la sua importanza, deve consentire la giusta visuale del circondario, senza però essere troppo larga.
Inoltre, bisogna porre particolare attenzione alla stabilità e al fatto che il prodotto abbia la certificazione di sicurezza e sia realizzato con materiale atossico e lavabile.
I genitori possono quindi affidarsi con fiducia al box per bambino, l’importante è farne un uso accorto e consapevole, ricordandosi che è riservato ai neonati che abbiano compiuto gli otto mesi.
box-gemelli
In commercio i box per bambini più diffusi sono quelli della Brevi, della Cam, della Chicco.
Le misure del box per bambini di norma vanno dagli 80cm di larghezza al metro di lunghezza. Se si vuole favorire un po’ più di movimento al neonato si può acquistare anche un box gemellare, di forma quadrata che è intorno ai 105x105cm.

Ecco alcuni modelli con relativi prezzi di box per bambini: