Sta arrivando il momento dello svezzamento e quindi ci si pone la domanda di come preparare in casa gli omogeneizzati per i propri piccoli. (Vedi anche: Omogeneizzati fatti in casa e lo svezzamento del neonato)

Quello che serve quindi è un omogeneizzatore: vale a dire un elettrodomestico in grado di rendere omogeneo un composto eterogeneo, cioè è in grado di trasformare un miscuglio di ingredienti in un composto cremoso e nutriente, privo di qualsiasi tipo di pezzettino di cibo, che potrebbe essere dannoso per i vostri piccoli.

Con l’omogeneizzatore si possono quindi fare in casa omogeneizzati in modo rapido ed affidabile che possono essere conservati anche in frigo per qualche giorno.
E’ uno strumento amato dalle mamme in quanto possono scegliere gli alimenti e con questi preparare le pappe per i loro piccoli. Le mamme possono così’ cuocere il cibo a vapore e frullarlo in modo tale da somministrare la pappa al proprio pargolo.
Si possono preparare ottimi omogeneizzati di frutta, verdura, carne e pesce.

Quasi tutti gli omogeneizzatori hanno le seguenti funzioni:
funzione di cottura: la cottura che viene fatta per mezzo dell’omogeneizzatore è una cottura a vapore che consente di ottenere una pappa più sana e nutriente;
funzione di sminuzzamento: il cibo viene per così dire frullato e reso idoneo per il vostro bimbo

Alcuni omogeneizzatori, inoltre, sono dotati di vasetti di conservazione per il cibo e della funzione di scongelamento. In questo ultimo caso l’omogeneizzatore può essere utilizzato per scongelare gli alimenti ed è quindi molto utile se si vuole preparare un omogeneizzato con cibi congelati.

Come funziona l’omogeneizzatore?
La prima cosa da fare, quando si vuole preparare un omogeneizzato, è riempire la caldaia dell’omogeneizzatore di acqua; all’interno di quest’acqua, una volta bollita, vengono cotti a vapore gli alimenti che andranno a comporre la pappa.
Ricordatevi sempre di rivolgervi al pediatra per la dieta e gli alimenti del vostro piccolo.
Gli ingredienti devono essere tagliati tutti a piccoli pezzettini e una volta tagliati vanno messi all’interno del cestello o della brocca.
A questo punto, dopo aver inserito ciascun ingrediente nell’apposito cestello, si può attivare l’omogeneizzatore: esso inizierà a produrre vapore e una volta che tutti gli ingredienti sono stati cotti sarà necessario frullarli insieme all’interno dello stesso cestello.
Alcuni modelli di omogeneizzatori più avanzati sono dotati di un timer, che segnala la fine del processo di preparazione; quelli più economici, invece, non sono dotati di un timer e quindi dovrete stare attente a controllare lo stato della cottura.
Quando la pappa è pronta, può essere condita con un filo d’olio d’oliva e del parmigiano.

I migliori omogeneizzatori
Gli omogeneizzatori in commercio sono moltissimi e di tutte le marche: ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le esigenze, economici e professionali.
Dovete soltanto decidere l’utilizzo che ne volete fare e prendere in considerazione quelli con le caratteristiche che più possono interessare: vi interessa solo la cottura a vapore e l’omogeneizzazione, oppure anche lo scongelamento?
Una volta valutati questi aspetti, dovrete solo scegliere il modello che più soddisfa le vostre esigenze.

Alcuni modelli di omogeneizzatori: