Quando si diventa genitori e passa il primo anno di vita del piccolo si comincia a chiedersi quando iniziare lo spannolinamento?
A questa domanda, in realtà non è possibile rispondere indicando un momento fisso per ogni bambino e non può avere una scadenza precisa ma solo delle indicazioni per aiutare i genitori a comprendere quando poter togliere il pannolino.

Spannolinamento: quando? Qual è l’età giusta?

Lo spannolinamento di solito inizia intorno ai 2 anni per le bambine e intorno ai 3 anni per i maschietti, ma si può provare anche intorno ai 18 mesi di vita, per i bambini che sembrano pronti a togliere il pannolino. Ovviamente i riferimenti temporali sono assolutamente indicativi, in quanto ogni bambino è diverso dall’altro sia a livello di tempi personali sia come storia evolutiva e di vita.
L’ideale è aspettare la bella stagione, quanto lasciare il bimbo libero è meno difficile e anche se si fa pipì addosso è più pratico cambiarlo in velocità.

I bambini devono arrivare a capire cosa devono fare quando avvertono il senso di vescica piena. Solo quando acquisiranno questa consapevolezza, riusciranno a trattenere la pipì fino a che non si trovano nel posto giusto per farla.

In tutto questo il genitore gioca un ruolo fondamentale in quanto non deve sgridare il bambino mai, ma piuttosto complimentarci con lui quando fa pipì e cacca nel vasino, ricordangogli quanto è stato bravo e quanto siamo fieri di lui. Per questo è essenziale iniziare lo spannolinamento quando anche il genitore è tranquillo e può affrontare con serenità la situazione. Per il bambino fare cacca e pipì nel vasino o nel water è inizialmente un trauma dato che perde una parte di sé stesso e si trova a doversi confrontare con la realtà presente fuori dal suo corpo. Sgridare il bambino non farà altro che fargli vivere male questo importante cambiamento che non è solo quindi fisico ma anche psicologico.
Il genitore deve vivere questo cambiamento senza ansia ma in tutta naturalezza così che il piccolo la viva a suo modo in maniera del tutto naturale. Vedi anche: Spannolinamento: come togliere il pannolino

I bambini stessi possono dare dei segnali su quando inziare lo spannolimento. I segnali più classici sono:
– trovate spesso il pannolino asciutto all’ora abitualmente prevista per il cambio
– il bambino è incuriosito dal water o dal vasino e chiede di provare a sedersi
– guarda con interesse altri bambini che usano il vasino o fanno la pipì all’aperto
– vi dice che ha fatto qualcosa nel pannolino subito dopo averla fatto

È importante sottolineare che i bambini non vanno sgridati se si bagnano, in quanto vuol dire che non hanno ancora raggiunto una sufficiente maturità e non riconoscono ancora lo stimolo.

Altra cosa importante al di là dell’età anagrafica è non far coincidere il togliere il pannolino con altri cambiamenti come:

  • cambio casa
  • arrivo di un fratellino o sorellina
  • malattia

Consigli per spannolinamento difficile

Lo spannolinamento difficile è altresì cosa comune poiché i bambini sono abitudinari, per cui il vasino è un oggetto che va inserito con calma nella  routine quotidiana, fino a farlo diventare parte integrante di questa. Se questo viene inserito in maniera brusca e con imposizione questo potrebbe rendere lo spannolinamento difficile.
Se il bambino si rifiuta di sedersi sul vasino, o comincia a piangere, non va assolutamente forzato poiché potrebbe diventare ancora tutto più difficile.

E’ possibile provare a farlo sedere sul water dei grandi con un riduttore e vedere se così va meglio, in alternativa è meglio lasciare passare ancora qualche giorno o mese e piano piano invogliarlo a dirvi quando sente lo stimolo.

Infine se anche aspettando un pò il bambino/a non collabora a togliere il pannolino è bene rivolgersi al proprio pediatra di fiducia, che saprà dare ulteriori consigli e nel caso procedere ad escludere eventuali problemi di tipo organico.

Alcuni prodotti utili per lo spannolinamento: