Gli umidificatori per neonati sono degli alleati indispensabili per permettere al vostro bambino di vivere in un ambiente salubre e per prevenire disturbi alle vie respiratorie.

In inverno le nostre case vengono riscaldate e riuscire a stabilire e mantenere un clima perfetto quando il riscaldamento è centralizzato può risultare abbastanza difficile. E’ proprio per questo motivo che esistono gli umidificatori che danno all’ambiente la giusta umidità evitando di creare un ambiente troppo secco che possa nuocere alla salute.
I più piccoli sono spesso soggetti a raffreddori, allergie e infezioni varie delle vie respiratorie: utilizzando l’umidificatore potrete alleggerire l’aria, mitigandola con un tasso adeguato di umidità, e ciò consentirà di liberare più facilmente i polmoni, aiuterà lo scioglimento del muco e la respirazione. (Vedi anche: Rimedi naturali per la tosse nei neonati e nei bambini)

Gli umidificatori per neonati in commercio sono moltissimi. L’ampia scelta si riduce molto quando escludiamo le soluzioni ormai superate dalle nuove tecnologie più efficaci, sicure e affidabili.
Tra gli umidificatori “primitivi” ci sono i diffusori per caloriferi che possono risultare efficaci quando l’abitazione viene areata normalmente e costantemente: in questo caso infatti la camera del bambino non avrà una grande necessità di umidificazione ma basterà un semplice umidificatore per termosifoni ad acqua a fornire quel minimo di umidità che rende gradevole e sano l’ambiente.

Gli umidificatori più moderni, a differenza di quelli “primitivi”, necessitano di corrente elettrica per il funzionamento e hanno funzioni automatiche come per esempio l’indicatore del livello dell’acqua e lo spegnimento.
Gli umidificatori per neonati più efficaci e sicuri sono sicuramente quelli a elettrodi, a resistenza e a ultrasuoni.

Umidificatore a vapore freddo o umificatore a vapore caldo?
Se prendiamo in considerazione la camera del neonato come luogo da umidificare, l’umidificatore più utile e anche raccomandato è quello a ultrasuoni o a vapore freddo: non ha all’interno acqua che bolle e quindi non vi è il pericolo che il bambino possa scottarsi ed è utilizzabile anche durante il giorno, quando ci sono bambini malati che girano per casa.
Questo tipo di umidificatore riesce anche a distruggere eventuali proliferazioni batteriche: il movimento vibrante dell’apparecchio forma goccioline ionizzanti che aggrediscono le impurità.
L’umidificatore a vapore caldo, invece, comporta un maggiore consumo energetico ed è anche più rumoroso ma riesce a combattere meglio i batteri presenti nell’aria: grazie ad una temperatura molto elevata sterilizza il vapore e  l’ambiente e di conseguenza non rende possibile la contaminazione batterica.
La maggior parte delle aziende produttrici specializzate in prodotti per bambini propone entrambe le soluzioni: sarà poi il genitore a scegliere l’umidificatore che meglio si adatta alle necessità della famiglia.

Dove acquistare gli umidificatori?
L’umidificatore non è un elettrodomestico dal prezzo inaccessibile. Il prezzo più basso può essere intorno ai 50 euro.
I centri commerciali sono i luoghi deputati per eccellenza all’acquisto di elettrodomestici e tra i tanti modelli di umidificatori per neonati in esposizione avrete l’imbarazzo della scelta. Un grande rivenditore può essere consigliato perché si può approfittare di sconti e promozioni particolari.
Un’altra soluzione ideale per l’acquisto di umidificatori per neonati è sicuramente il web che spesso vende e offre prodotti a prezzi inferiori rispetto a quelli dei negozi fisici.
Su internet si possono trovare umidificatori per neonati originalissimi e con forme strane e particolari: orsetti, rane e ogni tipo di animale che oltre a essere funzionali doneranno un tocco in più di simpatia alla cameretta del vostro piccolo.

Alcuni modelli di umidificatori: