allergia

La primavera porta con sé purtroppo diverse allergie e le più comuni sono sicuramente l’allergia ai pollini e alle graminacee. Sono sempre più frequenti i sintomi allergici non solo negli adulti ma anche nei bambini.
Se sospettate che il vostro bambino soffra di allergie alle graminacee o ai pollini, consultate in anticipo il pediatra curante e fatevi prescrivere i prick test così da avere una risposta certa. In questo modo potrete agire in prevenzione per arginare i sintomi allergici che possono essere molto fastidiosi.

Scopriamo insieme il periodo allergico quando inizia, quali sintomi danno le allergie e i rimedi utili per contrastarli.

Allergia alle graminacee nei bambini: periodo

L’allergia alle graminacee ha come periodo di manifestazione quello concomitante all’inizio della primavera o appena si alzano le temperature in quelle settimane fra il termine dell’inverno e l’inizio della primavera.

I primi sintomi dell’allergia alle graminacee si hanno di solito quando si presenta il vento che alza polveri sottili e i pollini cominciano a circolare nell’aria.

Purtroppo col vento è difficile evitare ai pollini e i sintomi respiratori sono i primi a manifestarsi. Non solo però ricordate anche di tenere lontano i bambini dalle zone dove hanno appena tagliato l’erba.

Allergia nei bambini: sintomi respiratori

L’allergia ai pollini nei bambini può dare diversi sintomi, compresi quelli respiratori. Non solo: in linea di massima quelli che possono far pensare ad una reazione allergica sono:

  • Cefalea
  • Starnuti frequenti con secrezioni e prurito al naso;
  • Tosse secca e abbassamento della voce, con possibile sibilazione durante l’espirazione.
  • Congiuntivite con lacrimazione e fotofobia
  • Secrezione continua del naso che irrita la pelle
  • Respiro asmatiforme o asmatico

Allergia ai pollini nei bambini: rimedi

Se il vostro bambino soffre di allergia ai pollini cercate di non frequentare parchi e/o zone di campagne nel periodo della fioritura e nelle ore più calde, inoltre circolare coi finestrini dell’auto chiusi. Se dovete uscire col bambino fategli indossare una mascherina di protezione così da non inalare gli agenti irritanti e gli occhiali da sole per proteggere dal sole.

Inoltre sono utili anche dei rimedi naturali per l’allergia ai pollini, uno dei quali fra i più conosciuti per avere azione simil cortisonica è il ribes nigrum o ribes nero. Questo ha effetto decongestionante e antifiammatorio, l’ideale è farlo assumere quindici giorni prima dell’inizio delle allergie.

Trovano impiego utile anche gli spray con acqua termale ideali per decongestionare e dall’azione emolliente che mantiene le vie respiratorie idratate e contrasta la secchezza.

In caso di rinite allergica non dimenticate di inoculare al bambino anche delle gocce rinfrescanti.

Tra i rimedi per l’allergia ai pollini nei bambini, vi sono poi anche alcuni rimedi Omeopatici. I rimedi omeopatici più comuni per le allergie sono il Poumon-Histamine 15 CH e l’Euphrasia 15 CH, utile in caso di lacrimazione degli occhi.
I rimedi omeopatici vanno sempre prescritti da un omeopata specializzato in base all’età del bambino e al tipo di manifestazione allergica che presenta.

Per ultimo, non vanno dimenticati poi gli antistaminici prescritti rigorosamente solo dal pediatra di competenza sulla base della reazione allergica del bambino.

Alcuni prodotti utili per le allergie:

RIBES NERO (Ribes nigrum) gemmoderivato 60 ml – 100% analcolico

di Bioalma [prodotto in Italia per Naturalma srl]
- Prezzo: EUR 14,90
- Prezzo consigliato: EUR 14,90


Eumill Gtt Ocul mono 10pz

di Recordati [Recordati]
- Prezzo: EUR 7,06
- Prezzo consigliato: EUR 7,06


Avene, acqua termale spray, 50 ml

di Avene [Avene]
- Prezzo: EUR 6,50
- Prezzo consigliato: EUR 6,50